MOSTRE

INCONTRI

WORKSHOP

PROMOTORI

PARTNERSHIP

 

Lacittà dell'architettura

 

 

PREMIO INTERNAZIONALE DEDALO MINOSSE ALLA COMMITTENZA DI ARCHITETTURA

LA STORIA
Fondato nel 1997 come Premio Regionale delle Tre Venezie, il Premio Dedalo Minosse è divenuto nazionale nel 1999, per poi assumere carattere internazionale a partire dall’edizione 2000/2001.
Il Premio, giunto all’ottava edizione, con l’edizione 2010/2011, e promosso da ALA – Assoarchitetti e della Regione del Veneto, è nato per dare un contributo alla diffusione della qualità dell’architettura e dell’ambiente, ponendo l’attenzione su un attore cruciale, quanto generalmente trascurato, qual è il committente d’architettura.
Il Premio vuole mettere in luce la figura di colui che investe delle risorse nella ricerca della qualità, con uno scopo ben definito, sia esso d’immagine, di gestione, di promozione, di sperimentazione o prettamente economico. È infatti fondamentale per la riuscita di un’opera, una chiara definizione dei ruoli del committente e del suo professionista.
Proprio in quest’ottica nasce l’idea del Premio, che è attribuito non tanto al risultato, quanto al percorso che ha generato un successo.
Con la nona edizione 2012/2013 il Premio Dedalo Minosse ha integrato il “Premio Palladio”, come naturale compimento della pluriennale collaborazione instaurata con la Caoduro Lucernari.

LE FASI DEL PREMIO
Aperta ai committenti pubblici e privati di tutto il mondo, la manifestazione seleziona e propone architetture realizzate, segno visibile di una ricerca contemporanea, dove risalta il contributo alla qualità che nasce dalla collaborazione tra architetto e committente.
A conclusione della campagna d’iscrizione, una giuria, composta da architetti, imprenditori, giornalisti e esponenti della cultura, seleziona le opere dedicando particolare attenzione ai progetti che affrontano i temi ispirati alla sostenibilità sociale ed economica dell’opera, alle opere ispirate dal Design for All, al trattamento della luce naturale, all’uso sostenibile del territorio e delle risorse, alla valorizzazione e conservazione dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio architettonico, all’uso di tecnologie e materiali innovativi e alla valorizzazione delle tradizioni e dei linguaggi locali.
La proclamazione e la premiazione dei progetti selezionati riunisce a Vicenza il mondo dell’architettura e dell’imprenditoria internazionale per una tre giorni di eventi.
Un’occasione per sensibilizzare il pubblico degli addetti ai lavori e dei cultori dell’architettura, sulle tematiche promosse dal Premio e per rafforzare e creare nuove partnership. La contemporaneità delle opere architettoniche in mostra si confronta con l’attualità e la magnificenza dei luoghi del Palladio, quali il Teatro Olimpico e la Basilica
Palladiana, nel cuore del centro storico vicentino.

LA GIURIA DEL PREMIO
La giuria, multidisciplinare e internazionale, è composta da progettisti, scrittori, giornalisti, imprenditori nella consapevolezza che l’approccio al progetto deve essere il più ampio possibile, uscendo dallo stretto ambito disciplinare degli architetti.
La giuria dedica una particolare attenzione a quelle opere che affrontano temi ispirati alla sostenibilità sociale ed economica dell’opera, alle opere ispirate dal Design for All, al trattamento della luce naturale, all’uso sostenibile del territorio e delle risorse, alla valorizzazione e conservazione dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio architettonico, all’uso di tecnologie e materiali innovativi e alla valorizzazione delle tradizioni e dei linguaggi locali.

ALBO D'ORO
In otto edizioni hanno partecipato al Premio Internazionale Dedalo Minosse committenti pubblici e privati, governi nazionali, ministeri, grandi e piccole amministrazioni, aziende, fondazioni, istituzioni e privati.

IL CATALOGO
I progetti premiati sono pubblicati in un catalogo, diventato ormai una collana di 6 volumi, che costituisce una vetrina del fare architettura nel mondo.
Il catalogo è così suddiviso:
4 premi principali: Premio Internazionale Dedalo Minosse, Premio Internazionale Dedalo Minosse Occam U.40, Premio ALA e Premio ALA U.40.
8 Premi Speciali tra i quali spicca il Premio Speciale Nievo, dedicato al celebre scrittore ambientalista che, fino alla sua improvvisa scomparsa nel 2006, fu presidente della giuria dalla prima edizione. Tra gli altri Premi Speciali, quelli assegnati dal main Sponsor Caoduro Lucernari e dalla GranitiFiandre, dalla rivista internazionale di architettura comunicazione e design l’Arca e dalla Regione del Veneto. Inoltre, dall’edizione 2010/2011 sono stati inseriti i Premi Design for All, Bob Noorda e Associazione Industriale Sezione Costruttori Edili.
12 Segnalazioni di amministrazioni, enti e giuria.
Una rassegna di 54 opere dedicate a: i luoghi del vivere, i luoghi per la cultura e le opere pubbliche, gli spazi urbani e le infrastrutture, il recupero dell’esistente e i luoghi per il lavoro.